Menu principale
In evidenza
Banner camaldoli 2017
banner facebook
banner ASSEMBLEA NAZ 2017
Sito locale
Newsletter
Area riservata
News
PrintE-mail

Marinella Sciuto e Stefano Biancu sono i nuovi vicepresidenti del Meic

16 Ottobre 2017

Immagine

Dopo la conferma, da parte della Cei, dell'elezione di Beppe Elia a presidente nazionale per un secondo mandato, e dopo il rinnovo dell'incarico di assistente per don Giovanni Tangorra, il Consiglio nazionale del Meic ha provveduto all'elezione della Presidenza per il triennio 2017-2020.

I nuovi vicepresidenti nazionali sono Marinella Sciuto e Stefano Biancu. Succedono a Luigi D'Andrea e a Vito D'Ambrosio, ai quali va il ringraziamento e la stima di tutto il Meic per il loro prezioso servizio di questi anni.

Il presidente Elia ha indicato nuovamente Tiziano Torresi come segretario nazionale, mentre il Consiglio ha confermato Maria Mansi come amministratrice.

Marinella Venera Sciuto, siciliana, classe 1971, è sposata e ha due figli di 17 e 13 anni. E' docente di Storia e filosofia al Liceo scientifico statale "Archimede" di Acireale, ed è stata prima presidente del gruppo Meic acese (per due trienni) e poi delegata regionale della Sicilia dal 2014 al 2017. E' arrivata al Meic dopo l'esperienza in Fuci: anche negli universitari è stata sia presidente di gruppo che incaricata regionale.

Stefano Biancu, classe 1978, è professore associato di Filosofia morale all’Università di Roma-Lumsa e professore a contratto all’Università Cattolica di Milano. È stato presidente del circolo Meic di Milano “Romano Guardini” e poi presidente diocesano di Milano. Anche lui viene dalla Fuci, all’interno della quale ha svolto il servizio di segretario del Consiglio centrale per un biennio, oltre che di membro delle commissioni nazionali per la stesura dello statuto nazionale e del regolamento nazionale. Su nomina della Presidenza nazionale della Fuci, è membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Fuci.