Menu principale
In evidenza
Banner camaldoli 2017
banner facebook
banner ASSEMBLEA NAZ 2017
Sito locale
Newsletter
Area riservata
News
PrintE-mail

SETTIMANA TEOLOGICA 2017 Elia: "Pensare la riforma, ma soprattutto sperimentarla"

25 Agosto 2017

Immagine

Pensare e costruire culturalmente la riforma della Chiesa, ma soprattutto cominciare a sperimentare. E' questo il messaggio finale della Settimana teologica del Meic, conclusa questa mattina a Camaldoli dopo cinque giorni di lavoro sul tema "Forma e riforma della Chiesa".

E' il presidente nazionale del movimento degli intellettuali cattolici, Beppe Elia, a tracciare un bilancio della Settimana a conclusione dell'ultima fase dei lavori, dedicata ai laboratori e al confronto con i relatori: "Siamo molto soddisfatti, perché questo tema così decisivo ha suscitato una partecipazione viva e ricca di suggestioni provenienti dalle tante esperienze ecclesiali nelle quali il Meic opera quotidianamente. Le nostre realtà locali si sentono molto interpellate, sia sul fronte teologico che pastorale, a rispondere alla richiesta pressante di papa Francesco di ripensare le forme della Chiesa e soprattutto di cercare strade nuove per l'annuncio cristiano".

Per il presidente del Meic "la riforma è quanto mai necessaria oggi, perché è fondamentale riallacciare il dialogo con un mondo radicalmente diverso rispetto al passato, ed è una necessità rinnovare non solamente i linguaggi ma anche le strutture e i ministeri della nostra Chiesa. E' in questa direzione che il Meic sta svolgendo un compito importante all'interno della comunità ecclesiale: stiamo concentrando il nostro lavoro di elaborazione ed animazione culturale su linee e prospettive su cui non solo riflettere, ma soprattutto cominciare a sperimentare".

"Il Meic andrà avanti su questa strada provando a stimolare e coinvolgere anche altre realtà associative", ha concluso Elia, "perché solo insieme è possibile costruire contenuti ed esperienze che favoriscano un rinnovamento ecclesiale autentico".