Meic di

Foligno

In evidenza
Banner Torino 2019
banner Adesioni 2020
Banner Giovani
BANNER 5X1000
banner facebook
Newsletter
Area riservata
Home » Gruppi locali » Umbria » Foligno » Notizie
PrintE-mail

La crisi dei corpi intermedi e il futuro della rappresentanza

30 Gennaio 2016

Si è tenuto a Foligno il 28 gennaio scorso, presso la sede della Cisl, un incontro con Giuseppe Sabella, autore del libro “Da Torino a Roma, attacco al sindacato – La crisi dei corpi intermedi e il futuro della rappresentanza” sulle cui tematiche si è discusso. Hanno arricchito il dibattito Pierpaola Pierantozzi, segretario territoriale CISL Foligno – Spoleto e Renato Cesca presidente CNA Umbria. Dopo l’introduzione di Anacleto Antonini (Pastorale del Lavoro) ha moderato l’incontro Bernard Fioretti (Pres Meic Foligno). Molti i temi trattati sullo sfondo della Dottrina sociale della Chiesa con particolare attenzione alla centralità della Persona e alle cause della crisi culturale in atto. Pietro Pergolari ha sottolineato alcuni aspetti critici del Job act mentre Alvaro Bucci ha richiamato l’attenzione sulle tendenze sociali che vedono da un lato l’individualismo e dall’altro il verticalismo come insidie della democrazia. Il Prof Sabella, guardando al futuro, vede nel “contratto di lavoro” un punto di evoluzione del ruolo del sindacato. Il dibattito ha visto l’intervento di vari rappresentanti sindacali e istituzionali. La riunione nasce da una feconda sinergia del Meic con i rappresentanti della Pastorale del Lavoro della Diocesi di Foligno con particolare riferimento a don Luigi Filippucci, che ha chiuso l’incontro richiamando l’attenzione sul fatto che il bisogno di religiosità sia insito nella natura stessa dell’uomo e che la sua eclissi genera la perdita del senso della lavoro e della vita.

Bernard Fioretti

 

 

  • Renato Cesca, Pierpaola Pierantozzi, Giuseppe Sabella e Bernard Fioretti